Oggi parlerò dell’ansia la quale va distinta dalla paura.

La paura è una reazione naturale di un qualsiasi soggetto ad un pericolo imminente, diversamente l’ansia è la preoccupazione relativa ad un evento che non si è ancora realizzato.

E’ importante saper distinguere l’ansia dall’angoscia in quanto nel primo caso la reazione dell’individuo sarà quella di reagire in modo convulso come ad esempio capita nelle persone che soffrono di un disturbo d’ansia generalizzato, nella seconda situazione la persona sarà invasa da emozioni talmente invalidanti da portarlo alla non azione.

Fatta questa distinzione preliminare, bisogna capire come si manifesta l’ansia ed in quale quadro clinico ricade.

Possono infatti essere presenti vari disturbi clinici che presentano il sintomo dell’ansia e tra questi possiamo annoverare il disturbo d’ansia generalizzato, il disturbo da attacchi di panico ed il disturbo ossessivo compulsivo.

Prima di concludere l’articolo passerò in rassegna come l’ansia si manifesta all’interno di questi tre disturbi.

Nel disturbo d’ansia generalizzato l’ansia sarà una costante che accompagnerà la persona per tutto l’arco della giornata. Si esprimerà nelle forme dell’agitazione sottosoglia che non sfocia in un vero e proprio attacco di panico ma la persona rimane in ansia per tutto quello che di negativo potrebbe succedere durante la giornata.

Per questo tipo di problema la psicoterapia breve strategica ha ideato un’indicazione specifica che lenisce le ansie della persona.

Nel disturbo da attacchi di panico l’ansia non si manterrà costante per tutta la giornata ma, la persona avvertirà dei veri e propri picchi di ansia che lo portano a sperimentare palpitazioni, sudorazione etc…

Per questo tipo di disturbo la psicoterapia breve strategica ha ideato un protocollo specifico di intervento che permette alla persona in  tempi brevi di recuperare il funzionamento precedente.

Nel disturbo ossessivo compulsivo l’ansia non si manifesta in modo esplicito in quanto è sedata o dalle compulsioni cioè da comportamenti disfunzionali che sedano l’ansia o dalle ossessioni cioè da pensieri che tengono a bada l’ansia.

Anche per questo tipo di disturbo la psicoterapia breve strategica ha ideato un protocollo di intervento che agirà dapprima sulle compulsioni o sulle ossessioni a seconda delle varianti e successivamente sull’ansia sottostante.

Let's connect
Let's connect

Questo sito è stato realizzato da Optimamente Srl | Privacy Policy | Cookie Policy